Partecipazione delle famiglie

La partecipazione delle famiglie alla vita del nido

Il personale educativo del nido promuove i modelli educativi indicati dai maggiori esponenti della cultura dell’infanzia.
Al fine di sostenere la capacità educativa dei genitori, il nido si fa promotore di iniziative pensate per supportare la genitorialità trovando modalità educative che possano integrarsi e trovare collaborazione con la famiglia.
Con questo obiettivo promuove gli incontri con figure professionali specializzate ( psicologo, pediatra, psicomotricista) concorrendo alle eventuali situazioni di svantaggio. La partecipazione delle famiglie alle attività del nido è garantita mediante il coinvolgimento delle stesse nelle attività previste dal progetto dell’offerta educativa del nido e dal piano di organizzazione annuale e mediante l’attività e i compiti svolti dagli organismi di partecipazione quali il “Comitato dei genitori”.

 

La comunicazione Nido-Famiglia

Per condividere la responsabilità educativa nei confronti dei bambini i rapporti tra educatori e genitori rientrano a pieno titolo nel progetto educativo del nido attraverso una speciale collaborazione che non nasce spontaneamente ma va sostenuta e mantenuta nel tempo.
Per questo stabiliamo già in apertura di anno scolastico tutta una serie di appuntamenti dedicati agli incontri tra adulti e tra adulti e bambini al fine di sostanziare il nido quale luogo che sostiene nelle sue finalità educative il valore della continuità nido-famiglia e della partecipazione intesa come "prendere parte", "sentirsi parte", "essere parte" di un contesto, perché soggetti a pieno titolo di quel processo.

 

Appuntamenti con le famiglie:

Scambio quotidiano di informazioni:

Ogni giorno tra educatori e genitori c’è lo scambio quotidiano di informazioni, all’ingresso e all’uscita, sull’andamento della giornata del bambino al nido.

Colloqui individuali:

  • Colloquio pre-inserimento tra educatori e genitori dei bambini;
  • Colloquio di chiusura inserimento, tra educatore di riferimento e genitori;
  • Colloquio di consolidamento, a febbraio, tra educatore di riferimento e genitori;
  • Colloquio di chiusura del percorso, a giugno, tra educatore di riferimento e genitori.

Ulteriori colloqui con i genitori possono essere programmati, a necessità, durante l’anno scolastico.

Riunioni con i genitori:

  • prima riunione assembleare, entro il 15 luglio, con i genitori dei nuovi utenti, per la presentazione del personale, ausiliario ed educativo, alle famiglie
  • riunione di sezione di presentazione del piano pedagogico e del progetto di sezione ad ottobre, tra educatori e famiglie.
  • riunione di chiusura dell’anno di attività educativo-didattiche a giugno tra educatori e famiglie.

Incontri tematici:

Collaboriamo con professionisti nel campo della Pedagogia, dell'alimentazione, della Pediatria e della Psicologia per progettare incontri di approfondimento rivolti ai genitori.

Momenti conviviali con le famiglie:

  • "Festa di Natale";
  • “Festa dei cappellini” a giugno;
  • Gita alla fattoria;
  • Visita alla biblioteca Civica Ioppi;
  • Giornata di visita, con la scuola dell’infanzia Marco Volpe, per il progetto “Continuità nido materna”.